Panorama

 

logo e

L’AXE-FX E’ CONOSCIUTO COME LA SOLUZIONE PERFETTA
E DEFINITIVA PER IL VOSTRO SUONO

O C’E’ ANCORA QUALCOSA CHE
MANCA?

  

PREAMPLIFICATORI MICROFONICI
La versione 17 del Firmware ha integrato la simulazione di preamplificazione microfonica tra i nostri strumenti preferiti. Ora, in questo momento potreste essere perdonatici per esservi chiesti cos’è e a cosa serve – bene, scopriamolo insieme.

UNA CATENA DI SEGNALE COMPLETA
ESin da quando il primo Axe-Fx ha fatto la sua apparizione, era possibile per i chitarristi determinare la propria catena di segnale, completamente indipendente. Sia essa costituita da una chitarra direttamente nella simulazione di amplificazione e poi in un amplificatore di potenza ed infine in una cassa oppure sia totalmente digitale; ogni cosa che ci serviva era li.

3

PIU’ CHE MAI
E ora Fractal Audio ha aggiunto qualcos’altro a questo insieme di cose. Chiunque abbia mai fatto una registrazione tradizionale conosce il copione: una volta che il suono ottimale della chitarra, dell’amplificatore e dei vari effetti è stato trovato, è stato selezionato il giusto microfono e il tutto è stato posizionato e riposizionato fino alla perfezione, si può cominciare a registrare. Ma quello che accade dopo è qualcosa che non tutti hanno notato.

MA A COSA SERVE UN PREAMPLIFICATORE MICROFONICO?
Bene, per farla semplice, una volta che il segnale è stato raccolto dal microfono, deve essere amplificato in modo che possa essere processato. In funzione del tipo di microfono sarà necessaria maggiore o minore amplificazione. E mentre alcuni produttori si vantano di quanto neutro siano i loro preamplificatori alcuni incorporano deliberatamente una certa quantità di manipolazione del suono.

LA CILIEGINA SULLA TORTA
E come ogni altra componente della catena del segnale, anche il preamplificatore ha un impatto sul suono finale, anche se qui stiamo parlando della ciliegina sulla torta e non di qualcosa che stravolge completamente il suono. Un buon preamplificatore aiuterà semplicemente il vostro suono a trovare la sua giusta posizione nel mix e ad essere più naturale. Questo, di sicuro, è un vantaggio per tutta la band mentre per voi è un altro trucchetto per arrivare al suono perfetto. Non dobbiamo dimenticare che un preamplificatore hardware può arrivare e superare somme a quattro cifre mentre la relativa versione software (plugins) offerta da molti produttori arriva ad importi a tre cifre. Qui, come sempre, tutto questo fa parte di un aggiornamento firmware gratuito.

COME UTILIZZARE LE NUOVE SIMULAZIONI DI PREAMP DELL’AXE-FX II?
Come per ogni altro aspetto nell’Axe-Fx, è preferibile provare a sentire con le proprie orecchie l’effetto e poi regolare il tutto in modo che suoni bene per voi. Ma esaminiamo le varie opzioni:

2

TIPI DI PREAMPLIFCATORE
Questa è la sezione dove potete scegliere quale tipo di simulazione di preamplificatore volete utilizzare. E’ un po’ come scegliere quale amplificatore vi piace di più. La gamma va da preamplificatori valvolari a quelli a stato solido (FET) e c’è anche la simulazione di un registratore a nastro con il suo tipico comportamento per quanto riguarda distorsione e compressione. Per un suono 'crunchy' potreste iniziare con i modelli a nastro, se il vostro genere è ‘hard and heavy’ provate l’impostazione ‘Modern’. Quando il vostro suono è un clean potreste provare ad utilizzare le simulazioni per aggiungere un po’ di brillantezza o contenere  le alte se troppo stridule.

DRIVE
Come avrete probabilmente intuito, questo parametro imposta la quantità di gain. Il VU meter vi mostra di quanto state sovraccaricando l’ingresso del preamplificatore. Man mano che avvicinate a 0dB la distorsione tende ad aumentare. Per avere un’idea di cosa significa questo, provate ad alzare il drive fino a superare lo 0dB ed ascoltate il risultato. Tuttavia, la maggior parte delle volte è preferibile rimanere al di sotto di tale livello.


1SATURAZIONE
Abbiamo la tentazione di dire che è qui che si compie il prodigio. Da un punto di vista puramente tecnico, questo è il luogo dove viene impostato il rapporto fra armoniche pari e dispari, ma ciò che ottenete è questo: più aumentate il valore di questo parametro e più saturate il vostro nastro virtuale o preamplificatore ed è questo che rende più semplice trovare un posto ideale per il vostro sound nel mix generale. Ad ogni modo, come sempre del resto, è meglio non abusarne – al principio iniziate ad aumentare il valore fino a quando cominciate a sentire la differenza.

BASSI / MEDI / ALTI
Questo è un altro posto dove potete regolare il vostro suono nei dettagli. Lasciate tutto a ore 12 oppure provate ad aumentare i medi e gli alti leggermente per avere un po’ di brillantezza.

QUALITA'
Oh, ma ci siamo dimenticati di un aspetto! Questo fattore ‘nascosto’ è presente nella seconda pagina del blocco Cab e vi permette di impostare la qualità del preamplificatore. Se sentite qualsiasi tipo di errore o distorsione selezionate ‘High Quality’. Se non è così lasciate pure impostato su ‘Economy’. La regola generale vuole che con maggior gain dovreste avere più bisogno dell’impostazione con maggiore qualità, ma lasciate che siano le vostre orecchie a decidere.

ROCK ON!
Bene allora, il gioco è fatto. Selezionate la pagina Preamp, giocate un po’ con le impostazioni e sperimentate come l’Axe-Fx II può continuare a sorprendervi, più e più volte!

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.